Come la rivoluzione della stampante 3D influisce sul cibo

Come la rivoluzione della stampante 3D influisce sul cibo


1392238459804

Cosa, perché e come si mangia cambierà radicalmente nei prossimi decenni, in base a tecnologie che provengono dai processi di produzione innovativi della stampa 3D.

L’applicazione della potenza esponenziale della stampa 3D, dalla produzione al cibo, sta digitalizzando e democratizzando l’accesso a esperienze culinarie di qualità e affidabili, portando un approccio esclusivo ed non scalabile verso una nuova ed esaltante base per la nutrizione che beneficerà miliardi di persone.

Come funzionano 

Le stampanti 3D sono vari tipi di macchine controllate da computer che depositano una struttura in un volume di spazio ad alta precisione, in modo simile alle stampanti tradizionali ad inchiostro, che depositano in modo affidabile forme bidimensionali su carta. Negli ultimi anni c’è stata un’esplosione nella varietà di stampanti 3D disponibili, e nelle loro applicazioni, durante i quali i prezzi sono scesi da centinaia di migliaia di dollari a poche migliaia, o anche a qualche centinaio di dollari per i modelli più di base. Una tipica stampante 3D utilizza motori elettrici per spostare un ugello su un piano per poi sollevarlo un po’ ed eseguire la successiva serie di movimenti come dettato da un progetto digitale che è stato opportunamente preparato per questo tipo di esecuzione. L’ugello stesso viene alimentato da un materiale, tradizionalmente un filamento di plastica, che diventa malleabile attraverso il calore, e si solidifica di nuovo mentre si raffredda e ritorna a temperatura ambiente. Ci sono anche tipi di stampanti 3D che usano anche laser e gel, e materiali diversi. Molte persone non si rendono conto di quanto velocemente le loro applicazioni si stanno diffondendo, e quanto sono diventate affidabili. La Boeing ha sorpreso anche gli esperti del campo quando ha confermato che in dieci differenti modelli di aeri che fanno voli regolari in centinaia di destinazioni quotidianamente ci sono oltre trecento parti stampate 3D, per un totale di oltre 20.000 pezzi in produzione. Non prototipi, ma componenti di una complessa macchina volante a cui affidiamo la nostra vita.

Utili anche per produrre cibo

I vantaggi della stampa 3D sono numerosi. Essi consentono una rapida sperimentazione ciclica di soluzioni cercando quella ottimale, prima di aumentare il numero di unità prodotte. Il costo di produzione di un dato oggetto non aumenta con la sua complessità, ma dipende solo dalla quantità di materiale utilizzato. I progetti vincitori che sono i migliori per un dato obiettivo possono semplicemente essere scaricati in tutto il mondo, e stampati su macchine locali, eliminando del tutto i costi di trasporto e di distribuzione.
È possibile creare stampanti 3D, e ci sono già diversi modelli sia in produzione che in fase di prototipo, che utilizzano materiali commestibili, e che creano oggetti usabili per la nutrizione, per essere mangiati, piuttosto che per qualsiasi altra applicazione industriale o del consumatore.
Siamo solo all’inizio del processo di applicazione di tecnologie di stampa 3D per il cibo. Nei Paesi Bassi una intera conferenza è stata dedicata a questo tema, con presentazioni, macchine e discussioni in abbondanza, a dimostrazione di quanto il campo sia fertile per la sperimentazione e per nuove incredibili applicazioni.

Sei pronto per la tua cena stampata in 3D?

Migliaia di anni fa, il compito giornaliero di procurare e preparare il cibo che una famiglia o un gruppo di individui avrebbero avuto bisogno di mangiare per sopravvivere assorbiva una grande percentuale del tempo disponibile, ed era un processo faticoso e spesso pericoloso. Oggi, per un numero crescente di persone fortunate, si tratta di una ricca e soddisfacente esperienza quotidiana. Applicare la stampa 3D all’alimentazione promette di aumentare la creatività e la varietà dei componenti, processi e preparazioni intorno alla nutrizione e al mangiare. Immaginate che le creazioni dei migliori chef del mondo siano a vostra disposizione semplicemente con un download. Pensate a una macchina che, considerando il vostro gusto, propensione alla sperimentazione e i compagni con cui stai mangiando, prepara i vostri piatti eliminando tutto lo sforzo. Con la stampa 3D del cibo, economie di scala, e grazie alla natura del processo che è indipendente dalla complessità del risultato finale, un nuovo livello dell’arte culinaria si può sviluppare e diffondersi rapidamente in tutto il mondo. Quando i piatti sono preparati in maniera affidabile da forniture base ben controllate, possono essere mirati a contenere i componenti ben bilanciati per la nutrizione ottimale, comprendendo le vitamine e micronutrienti che influenzano profondamente la nostra salute.

Una versione di questo articolo è originariamente apparsa su Exponet Magazine, la pubblicazione online di Expo2015 Milano.

This post is also available in: Inglese