Tecnologie esponenziali: dall’informatica al cibo

Tecnologie esponenziali: dall’informatica al cibo


1392238046517

In un mondo in rapida evoluzione, la tecnologia gioca un ruolo importante oggi e lo farà in futuro, al fine di garantire il nostro progresso e lo sviluppo del genere umano

Abbiamo adottato una delle prime tecnologie che hanno reso gli umani ciò che sono oggi circa un centinaio di migliaia di anni fa: abbiamo imparato come gestire il fuoco, e usarlo per cuocere il cibo. Il motivo per cui questo ha dimostrato di essere molto importante è perché ci ha permesso di delegare parte del processo di digestione all’energia chimica del fuoco, anziché utilizzare il proprio corpo. Questo a sua volta ha accorciato il nostro apparato digerente, così che potessimo dedicare meno tempo alla raccolta e alla assimilazione del cibo, e impiegarlo più utilmente per altre attività.

L’agricoltura e l’energia

Un altro passo fondamentale nella nostra evoluzione come civiltà e tecnologia è stata l’invenzione dell’agricoltura che ha incrementato la produzione di cibo per superficie controllata rispetto alla attività dei cacciatori e raccoglitori. Fino ad allora, la popolazione umana non ha potuto aumentare molto perché la quantità di cibo non era sotto il nostro controllo, dato che ci spostavamo come tribù nomadi. Abbiamo dovuto adattarci a nuovi ambienti, mentre scoprivamo e capivamo le giuste fonti di cibo di ognuno di essi. Da allora abbiamo visto un incremento esponenziale nella popolazione umana globale, e questo è avvenuto grazie alla nostra capacità di capire e sfruttare le fonti di energia, passando dall’energia muscolare di animali e schiavi, all’energia dell’acqua e del vento, poi al carbone, petrolio e gas, e oggi, inesorabilmente, a quella del Sole. L’applicazione di questa comprensione della natura, e l’incremento dei livelli di energia pro-capite disponibile nonostante la crescita della popolazione totale ha fatto sì che anche la nostra conoscenza veniva acquisita più velocemente.

La comunicazione

Gli esseri umani parlano e ascoltano. Cantastorie, scrittori e lettori. La curiosità ci ha sempre stimolato, combinata con la nostra capacità di trasmettere quello che impariamo non solo in maniera verticale attraverso le generazioni, ma anche in orizzontale tra di noi, con distanze che aumentavano in continuazione, permettendoci di capire se le nostre conoscenze potessero essere applicate anche altrove e in che modo. Oggi siamo arrivati all’estremo di questo processo, con la comunicazione istantanea in tutto il pianeta. Si sono anche evoluti i metodi per raccogliere informazioni e conoscenza, con un atteggiamento aperto che ha vinto sui segreti degli alchimisti, destinati a ripetere i rispettivi frequenti errori mortali.

Il ruolo della tecnologia

Siamo oggi in grado di nutrire un pianeta di oltre 7 miliardi di persone grazie alla tecnologia. La scarsità che colpisce alcune aree del mondo è dovuta alla mal organizzazione dell’allocazione e distribuzione delle risorse, e non dalla mancanza produzione totale. È di fondamentale importanza per tutti noi capire che la tecnologia non è un gioco a somma zero, ma un processo a somma positiva come dimostra questo incremento esponenziale. Inoltre, non c’è alcun modo di tornare indietro: nessuno può decidere chi dovrebbero essere i miliardi di persone a morire se dovessimo rinunciare alla tecnologia e tornare a un pianeta abitato da pochi milioni di esseri umani.
Alla Singularity University la nostra missione è di informare, stimolare e responsabilizzare leader ad applicare le tecnologie esponenziali per affrontare le imponenti sfide dell’umanità. Usiamo la tecnologia al meglio, con un continuo scambio di idee e applicazioni, per fornire più cibo, più opportunità e benessere a tutti gli esseri umani presenti e futuri.
Una versione di questo articolo è originariamente apparsa su Exponet Magazine, la pubblicazione online di Expo2015 Milano.

This post is also available in: Inglese